Usa e Hawaii (TUTTI GLI ITINERARI)

Search Our Site

    • it-IT
    • English (UK)
 

 

Illinois, Missouri, Oklahoma, Texas, New Mexico, Arizona, Nevada e California


Partenza:
CHICAGO

Arrivo:
LOS ANGELES
 

Durata del Viaggio:
20 Giorni/19 Notti

Print

 

 Illinois, Missouri, Oklahoma, Texas, New Mexico, Arizona, Nevada e California
 


Tappe del tour:
Route 66 con 2 notti a Chicago e 1 a Los Angeles
Springfield-St.Louis-Oklahoma City-Amarillo-Tucumcari-Abuquerque-Holbrook-Grand Canyon-Las Vegas-Santa Monica-Los Angeles

 

20 giorni / 19 notti - SELF RIDE - con road book in italiano - da Chicago a Los Angeles

La storia della traversata da est a ovest sulla "Mother Road" e la mitica Pacific Coast Highway fino a Napa valley

 

1° giorno
CHICAGO
Arrivo a Chicago , accoglienza trasferimento privato aeroporto-Hotel. Sistemazione in hotel, serata a disposizione. 

2° giorno
CHICAGO
Giornata a disposizione per visitare Chicago.

3° giorno 
(Ritiro della moto e partenza del tour)
CHICAGO - SPRINGFIELD - 320 km
Ritiro dela motocicletta noleggiata e partenza per Springfield. La città è la sede di una serie di attrattive incentrate sulla figura del presidente Abraham Lincoln, che qui iniziò la sua carriera politica. Tra queste attrattive vi è un parco nazionale intorno alla sua abitazione nella quale visse dopo il matrimonio, incluse le case del vicinato; A nord di Springfield, vicino al villaggio di Petersburg, si trova New Salem, una ricostruzione del villaggio di case di tronchi nel quale visse il giovane Lincoln. Nel 1908 la città fu teatro di tumulti razziali; in seguito si ebbe la fondazione della National Association for the Advancement of Colored People (NAACP), una storica organizzazione per la difesa dei diritti civili dei neri americani.

4° giorno
SPRINGFIELD - SAINT LOUIS - 163 km
Arrivo a St. Louis, la città dove il fiume Missouri entra nel Mississippi e dove si sviluppò il ragtime (il National Ragtime Festival si tiene ogni anno a metà giugno). Per i pionieri fu la porta d'accesso all'ovest, porta simboleggiata oggi dal grande arco d'acciaio di Eero Saarinen.

5° giorno
SAINT LOUIS - SPRINGFIELD - 360 km
Nuova tappa per entrare nel Missouri, al centro del paese, la terra illustrata da Mark Twain nei suoi tanti romanzi. Le strade appena fuori dalla città di Rolla sono il sogno di tutti i motociclisti. Cominciamo a viaggiare lungo le soavi strade ventose che danno il ritmo al nostro percorso. Passiamo per “Devils Elbow” vedendo quella che una volta era la strada più profonda che attraversava il Missouri. Dopo questa sosta continuiamo verso la vallata dove verremo immediatamente circondati da campi e pascoli che ci accompagnano lungo la strada.

6° giorno
SPRINGFIELD - TULSA - 290 km
Oggi vediamo come era in passato la Route 66: quando questa strada era nel suo periodo più fiorente molte persone del posto sapevano che si sarebbe trattato di una grande occasione per guadagnare qualcosa e per questo vendevano ogni tipo di prodotto, offrendo ospitalità e alloggio ai viaggiatori affaticati e rifornendo le loro macchine ormai a corto di benzina. Molte attività di business efficaci nascevano dal desiderio dei locali di attrarre l’attenzione e far fermare i viaggiatori per far spendere loro dei soldi mentre mettevano benzina. Uno degli esempi rimasti della antica Route 66 esiste ancora a Paris Springs Junction, in Missouri. Il Gay Parita Sinclair mantiene il fascino e lo sfarzo tipico di una volta, a dimostrazione di come venivano attratti i clienti.

7° giorno
TULSA - CLINTON - 320 km
L’Oklahoma è il luogo dove tutto è cominciato. Arrivando a Clinton si può visitare il Museo della Route 66 Si tratta di uno dei musei più belli di tutto il percorso, facendo scoprire ai visitatori come era la Route 66 in ogni epoca a partire dal 1920 fino ai giorni nostri. Gli ideatori della Route 66 erano proprio nativi di questa città. Ci sono strutture architettoniche tipiche americane e avrete l’opportunità di guardare questi simboli statunitensi che caratterizzano la zona.

8° giorno
CLINTON - AMARILLO - 285 km
Da Clinton ci rimetteremo poi in sella per proseguire verso il tratto settentrionale dello stato più vasto d’America, ovvero il Texas. Oggi entrate nel cuore del Mid-West americano, fatto di paesini agricoli dove si nasconde l'America tradizionale. Superate l'apparente monotonia del paesaggio e lasciate l'autostrada per scoprire le vecchie stazioni di posta dei pony express, i cippi che ricordano gli assalti degli indiani ai treni e alle carovane, le caffetterie familiari, un'America ben diversa da quella che si incontra a New York o in California. Insomma la mitica provincia americana La vostra prima sosta potrebbe essere al Trading Post di Bethany, dove troverete autentici souvenirs della Route 66. Passerete Yukon paese natale del cantante Garth Brooks. A El Reno cercate il Big B Motel, dove venne girata una scena del film Rain Man con Dustin Hoffman e Tom Cruise per poi proseguire nella lingua di terra che ci porta alla “città del petrolio”, Shammrock. Da qui accelleriamo verso una stazione di rifornimento tipica dell'antica Route 66 per poi andare a McLean. Ondulate praterie verdi e ranch per bestiame caratterizzano un paesaggio che è ormai diventato parte dell’immaginario tipico del Texas. Arrivati ad Amarillo, vi consigliamo di visitare la Big Texan steakhouse. Se siete affamati potete mettervi a sedere in uno dei tavoli e provare a finire in meno di un’ora la famosa costata di manzo di oltre 2 kg e il contorno. Per coloro che vogliono andare ancora in moto, la soluzione potrebbe essere quella di esplorare il fantastico Canyon nelle vicinanze della città. 

9° giorno
AMARILLO - SANTA FE'  - 470 km
Poco dopo Amarillo si trova il leggendario Cadillac Ranch, dove 10 Cadillac sono state interrate a muso in giù, con la stessa angolazione delle Grandi Piramidi d'Egitto. Si entra nello Stato del New Mexico, la terra degli indiani Pueblo. Salutando i vasti spazi aperti dell’Oklahoma e del Texas, ci dirigiamo nel cuore del West Americano visitando una delle città più belle, Santa Fe, nello stato del New Mexico. 

10° giorno
SANTA FE' 
Questa graziosa città di montagna è annidata in alto nel famoso Sangre de Cristo, o anche Blood of Christ, una catena montuosa che deve probabilmente il suo nome alle sfumature di rosso scuro delle montagne all’alba e al tramonto. Santa Fe è ricca di storia e cultura spagnola e dei Nativi americani, una combinazione unica che si riflette anche nell’arte locale, nell’architettura e nella cucina. Per 2 notti saremo ospitati in un piccolo hotel tipico nel cuore della vecchia Santa Fe. Vi basterà trascorrere solo pochi minuti passeggiando lungo le vie strette della città per poter innamorarvi del luogo e dei suoi cittadini. Situata a 2.300 m d'altezza sulle ultime propaggini delle Montagne Rocciose che superano qui i 4.000 metri, è una città che mescola piacevolmente influenze spagnole e indiane. Si trova inoltre al centro di una zona abitata dagli indiani Pueblo, famosi per il loro artigianato ed i loro dipinti.

11° giorno
SANTA FE'  - ALBUQUERQUE - GALLUP -  320 km
Questa mattina ci dirigiamo verso le zone collinari per vedere le terre che hanno abbracciato e coltivato per secoli i Nativi Americani. Albuquerque è in una zona desertica e lo scenario cambia notevolmente: gli altopiani tinti di rosso e le piante di cactus sono il sogno di qualsiasi artista. Ci sono alcuni esempi di architettura locale di stile adobe lungo il percorso e potremo ammirare la loro bellezze e la loro unicità. Sky City è una città di Nativi americani sulla cima di una superficie rocciosa massiccia. Ci fermeremo un po’ in questa città prima di proseguiremo verso Gallup che è il posto adatto per comprare dei prodotti locali. 

12° giorno
GALLUP - FORESTA PIETRIFICATA - FLAGSTAFF - 300 km
Entrate in Arizona e visitate il Petrified Forest National Park (ingresso non incluso). Gli alberi di un'antica foresta, trasportati a valle e sepolti sotto ceneri vulcaniche, si sono riempiti di composti minerali formando, su un territorio di circa 40. 000 ettari , la più spettacolare raccolta di alberi pietrificati del mondo. Il parco comprende anche parte del Deserto Dipinto, oltre 300 km di tavolati, pinnacoli e canyon, che cambiano colore a seconda della luce, creando effetti caleidoscopici. Pare che il viaggio sia sempre più bello. Molti viaggiatori che attraversano la Route 66 sono consapevoli che questa strada è piena di simboli e nella giornata di oggi anche noi ne scopriremo altri .Rimontiamo sulle moto per dirigerci verso Flagstaff, lungo un tracciato meraviglioso. Arrivati in città gusteremo l’atmosfera locale di un luogo fiorente con uno stile trendy d’alta classe. L’architettura non è la caratteristica principale della città ma ci sono alcuni resti dell’antica Route 66 che abbiamo visto anche nella prima parte del viaggio.

13° giorno
FLAGSTAFF - GRAND CANYON - WILLIAMS - 205 km
Partenza per il Grand Canyon,l'esempio più spettacolare e grandioso di erosione fluviale, un incredibile abisso scavato dal fiume Colorado e profondo circa 1500 m. Nei suoi strati è esposta la storia geologica degli ultimi due miliardi di anni. All'arrivo si consiglia una prima sosta al Centro Visitatori per un'introduzione alla natura del parco. Lì si trovano libri, carte geografiche e guide del parco oltre a diversi souvenir. Il centro visitatori si trova nel Grand Canyon Village, a circa 10 km dall'ingresso sud del parco. E’ difficile spiegare a parole quanto questa meraviglia della natura sia immensa. Non esistono foto che l’abbiano catturata in tutta la sua grandiosità e bellezza. In serata ci si dirige verso una inseminticabile serata a Williams , una delle città meglio conservate ubicate direttamente sulla Route.

14° giorno
WILLIAMS - MOJAVE - LAS VEGAS - 390 km
Da Williams il percorso è più aperto e semplice. Seligman, in Arizona è una città che prende spunto dalla cultura orientale con l’architettura di stile Googie (di derivazione futurista) mantenendo vivo lo spirito della Route 66. Nel pomeriggio avremo una visuale unica e meravigliosa prima di arrivare nella città di Oatman, sempre in Arizona. Questa città ha un vero e proprio esercito di asini che gironzolano in libertà: avrete qui l’idea di come era effettivamente l’epoca delle miniere nel west Americano. Oatman è un vero salto nel passato con i suoi negozi antichi e i suoi Saloon che per molti anni hanno ospitato minatori stanchi e assetati o viaggiatori affaticati. Vegas non è l’unico posto dove scommettere nello Stato del Nevada. Durante il percorso visiterete la città di Laughlin, questa è la vostra occasione! Le luccicanti luci e le campanelle sono una delizia per gli scommettitori dai nervi d’acciaio. Potete anche gustare un’ottima bistecca in un hotel sul fiume costruito lungo il Colorado River.

15° giorno
LAS VEGAS
Giornata a disposizione per relax in piscina o per tentare la fortuna ai casinò e visitare gli alberghi che sono in realtà giganteschi parchi di divertimento e le mille attrazioni della città.

16° giorno
LAS VEGAS - VICTORVILLE - LOS ANGELES - SANTA MONICA - 480 km
Il deserto Mojave offre calma, serenità e colori affascinati che solo alcuni guidatori possono scoprire. L’unica cosa da fare è aumentare la velocità e godersi la corsa. In origine la Route 66 raggiungeva la vallata di San Fernando attraverso dei tratti difficile da percorrere. Oggi noi ci dirigiamo verso Pasadena. La Route 66 è stata ristrutturata in questo tratto e, con numerose piccolo cittadine che abbracciano la “Strada Madre”, oggi il percorso è vivo e in ottime condizioni. Siamo Quasi arrivati! La Route 66 vi condurrà attraverso il deserto Mojave. Seguendo una deviazione potrete vedere la città fantasma di Calico e la vecchia miniera d'argento. Attraversate le montagne di San Bernardino ed ecco Los Angeles, sole, palme e bella gente. La Route 66 diventa Santa Monica Boulverad e attraversa Hollywood e Beverly Hills. E termina improvvisamente al Santa Monica Boardwalk sull'oceano Pacifico.

17° - 18° - 19° giorno
LOS ANGELES
Giornate a disposizione per visitare le spiagge della Pacific Coast Highway e la "città degli angeli", Los Angeles

 

NOTE IMPORTANTI:
Ogni Itinerario può essere percorso in direzione opposta tuttavia le soluzioni consigliate prendono in considerazioni dinamiche tecniche legate alla natura degli itinerari stessi, del ritiro/rilascio dei mezzi e al corretto smaltimento del fuso orario da parte del viaggiatore. Le tappe potrebbero comunque avere un ordine diverso in base alla disponibilità degli hotel. Le eventuali variazioni verranno segnalate al momento della conferma definitiva dei servizi. Gli alberghi offrono sempre soluzioni alberghiere pulite e riposanti ,sono selezionati durante i nostri viaggi e controllati continuamente dai nostri corrispondenti e scelti per posizione e comfort in funzione del viaggio motociclistico. E' previsto l'alloggio in alberghi di categoria turistica o turistica superiore (3* oppure 3*s) . Oltre a soluzioni di alloggio in piccoli alberghi "on the road" a gestione diretta, annoveriamo fra nostri principali partners tutti i piu' grandi gruppi alberghieri americani. Tuttavia per chi volesse alberghi di categoria Superiore o Luxury , Ranch, Boutique Hotel etc possiamo fornire su richiesta consulenza personalizzata per guidare il viaggiatore alla scelta piu' opportuna.