Resto del Mondo

Search Our Site

    • it-IT
    • English (UK)
 

Print

 

 

Messico - Quintana Roo e Cancun
 

Tappe del tour:
Cancun - Merida - Uxmal - Chichen Itza - Playacar

 

8 giorni / 7 notti - SELF RIDE - con road book in italiano - da / a Cancun
 

Da Sapere:
· I siti archeologici sono aperti tutti i giorni: dalle ore 08.00 alle 17.00 in inverno e fino alle 18.00 in estate, eccetto per la zona del Rio Bec che chiude alle 17.00
· Gli spettacoli Suoni e Luci sono dalle ore 20.00 alle ore 21.00 e sono in lingua spagnola. I traduttori sono all'entrata
· I musei generalmente sono chiusi di lunedì
· Le entrate ai siti archeologici sono gratuite di domenica
· Gli orari di partenza indicati in questa guida vi consentono di approfittare al massimo della vostra giornata.
· In Messico si pranza dalle ore 14.00 alle 15.00 circa.
· Prudenza nel fotografare all'interno dei villaggi indigeni del Chiapas, vi sconsigliamo vivamente di scattare foto a San Juan Chamula e a Zinancantan. Rispettate le credenze e le usanze !!!

 

 

1° giorno
CANCUN
Arrivo e sistemazione in hotel.

2° giorno
CANCUN - MERIDA - 295 km
Possibilità di fare il bagno durante la giornata. Facendo una deviazione Si può inoltre visitare il sito archeologico di Ek Balam ("giaguaro nero"), circa 1 ora di visita, recentemente restaurato.
Da Cancun a Valladolid (160 km - 2 ore)
Valladolid, la seconda città per importanza nello Yucatan. Fondata nel 1543 da Francisco Montejo "el Mozo" (per distinguersi da suo padre "el Adelantado") prende il nome dall'omonima città in Spagna. A Valladolid si trovano due costruzioni dell'epoca coloniale: la chiesa di San Gervaso (del XVIII° secolo) e il convento di San Bernardino (del XVI secolo). Raccomandiamo di fare due passi a piedi allo zocalo, alla chiesa e salire al primo piano del municipio per vedere i murales. Si vedranno anche donne intente a ricamare le tradizionali casacche maya dette "Huipil".
Da Valladolid a X-Keken (3 km - 20 minuti)
Fermatevi al Cenote di X-Keken ("luogo del cinghiale") per un piacevole bagno. Questo cenote è una grotta dall'acqua turchese, illuminata da un raggio di luce che filtra dalla volta. magnifiche formazioni di stalattiti e stalagmiti la abbelliscono. L'acqua mantiene un temperatura pressoché costante tra i 23 e 24 gradi.
Cenote
La penisola dello Yucatan è una delle ultime parti del continente emersa dall'oceano. E' una grande piattaforma calcarea e l'acqua s'infiltra nelle fessure per formare delle correnti sotterranee, grotte e pozzi (cenote), tipici fenomeni carsici. Durante l'epoca pre-ispanica questi pozzi erano determinanti per l'insediamento delle popolazioni (a Chichen Itza il cenote fu utilizzato a fini rituali). A 1 km dall'hotel in direzione di Valladolid, di fronte all'hotel Maria Dolores, raccomandiamo di fare il bagno nel magnifico Cenote di IK-KIL. E'possibile pranzare sul posto. 
Da Valladolid a Izamal (110 km - 1 ora e mezza)
Dopo essere ritornati a Valladolid per il pranzo (hotel Mansione del Marques sullo zocalo , ha un bellissimo patio e una buona cucina regionale), si riparte per Izamal.
La parola Izamal è la deformazione del nome della divinità Itzamna, "rosa del cielo" in lingua maya. Si vedono rovine pre-ispaniche e edifici dell'epoca coloniale. E' anche conosciuta come "la città delle colline": Numerose piattaforme artificiali sopraelevate furono costruite dai Maya prima della costruzione del tempio e altri edifici; ma la maggior parte del sito si trova attualmente … nei patios delle case di 30.000 abitanti della città.
La piramide di Kinich-Kakmo è la costruzione pre-ispanica più importante da visitare: gli angoli dei muri arrotondati, le larghe scale che portano alla piazza cerimoniale; la datazione della piramide e del periodo classico tra il 200 e 700 A.C. Gli edifici maya furono saccheggiati durante l'epoca coloniale per il recupero dei materiali da costruzione e dunque si trovano in cattivo stato di conservazione.
Di fronte alla piramide si trova il monastero francescano del XVI° secolo. Conosciuto come "santuario della vergine di Izamal" costruito dal 1553 la 1561 su una piattaforma di un tempio, è preceduto da un immenso atrio (il più grande del continente americano). Izamal è attualmente un importante centro per il commercio: allevamento del bestiame, produzione di agrumi, banane mais e sfruttamento dell'agave del Sisal.
Da Izamal a Merida (60 km - 1 ora e 15 minuti)
All'arrivo a Merida sistemazione in hotel.

3° giorno
MERIDA - CELESTUN - MERIDA - 190 km
Si consiglia la visita di Celestun, partendo la mattina verso le ore 08.00, per approfittare al massimo della gita in barca e dello spettacolo dei fenicotteri rosa (2 ore di viaggio). A Celestun, bisognerà attendere di essere almeno in 6 persone perché la barca esca, diversamente si può noleggiare una barca privatamente. Sulla strada per Celstun si visiti il piccolo mercato del villaggio di Uman, molto pittoresco. Al rientro a Merida nel pomeriggio si può visitare la città.
Da Merida a Celestun (90 km - 2 ore)
Celestun
Celestun è un villaggio di pescatori vicino al quale si trova un parco di 59.139 ettari, dichiarato nel 1979 rifugio faunistico. Il parco occupa una laguna costiera di una bellezza straordinaria, luogo di riproduzione per una grande varietà di uccelli acquatici. Avvicinandosi in barca si vedono fenicotteri rosa, anatre, cormorani, pellicani, aironi bianchi. In questa regione vivono inoltre 234 specie di mammiferi, alcuni a rischio die stinzione, come giaguari, tartarughe marine, coccodrilli, scimmie ragno.
Da Celestun a Merida (90 km - 2 ore)
Rientro a Merida seguendo la stessa strada. Fondata nel 1542 sull'area della città maya di Tiho, da Francisco Montejo, detto il "Mozo", è spesso detta anche la città bianca. Dopo un'epoca gloriosa all'inizio del secolo con la produzione della fibra dell'agave, il sisal, Merida conosce dei momenti difficili durante la rivoluzione del 1910. Oggi è tornata ad essere il centro principale della regione. E' una città universitaria, agricola, industriale, che con la nascita di Cancun 30 anni fa, ha ritrovato un novo slancio.
Da vedere: nelllo zocalo i murales al primo piano del palazzo del governatore nella sala dei matrimoni (bellissimo stile "Porfiriano" di ispirazione francese inizio Novecento), il mercato, il Paseo Montejo e il Museo Archeologico (chiuso il lunedì)

4° giorno
MERIDA - UXMAL - 160 km
Questa giornata è dedicata alla visita di diversi siti maya; consigliamo di visitare anche l'Hacienda Yaxcopoil lungo la strada e di visitare Uxmal la mattina seguente con il fresco. Prima di lasciare Merida si visita il mercato.
Da Merida a Yaxcopoil (40 km - 45 minuti)
Yaxcopoil
In lingua maya il nome di questa Hacienda significa " il luogo dei pioppi verdi". Costruita nel XVII secolo, l'Hacienda Yaxcopoil è oggi testimonianza importante della vita coloniale nella penisola yucateca. 
Da Yaxcopoil a Ochil poi la "Ruta Puuc" (120 km - 2 ore)
Consigliamo di pranzare all'Hacienda Ochil, con cucina e prezzi buoni. Altrimenti si prosegua fino ad Uxmal.
Uxmal ("Tre volte costruita")
Uxmal è un sito notevole per la delicatezza delle sue architetture e la fine lavorazione della pietra (da non dimenticare che questa civiltà non conosceva l'uso dei metalli). Il suo massimo splendore è datato verso l'anno 600 della nostra era. 
Da vedere: il Tempio dell'indovino, il Quadrilatero delle Monache riccamente decorato, il campo del gioco della pelota, la Casa delle Tartarughe e il Palazzo del Governo, la Grande Piramide con vista superba dalla cima.

5° giorno
UXMAL - CHICHEN ITZA - 200 km - 4 ore
Consigliamo di visitare Uxmal all'apertura, per essere soli e prima che il caldo cominci ad essere forte (prevedere circa 2 ore di visita). Durante questa giornata si vedranno molti piccoli villaggi maya ricchi di fascino; consigliamo la visita di alcuni, per scoprire l'artigianato locale ma soprattutto per la gentilezza degli abitanti.
Ticul
Questo villaggio è rinomato per le fini stoviglie in ceramica.
Oxkutzcab
E' un centro di coltivazione della frutta molto importante. Il mercato di Oxkutzcab è veramente uno dei più pittoreschi. Magnifici gli "huipil" indossati dalle donne maya.
Mani
Dopo l'abbandono di Uxmal nel 1441 e la distruzione della lega Mayapan, gli "Xius" si stabilirono a Mani, il cui nome significa "tutto è finito" in maya. Qui il vescovo Diego de Landa ordina la distruzione della maggior parte dei codici preispanici (più di 300.00 manoscritti maya)
Interessanti chiesa rustica e il convento.

Si passano numerosi villaggi di interesse più limitato, ma che possono ispirare fotografie. Si segua la "rotta dei conventi", attraverso i seguenti villaggi: Teabo, Mayapan, Cholul, Cantamayec, Sotuta, Tibolon, Libre Union, Yokdzonot e Piste. Arrivo a Chichen Itza e sistemazione in hotel.
Chichen Itza ("L'entrata del pozzo e degli stregoni")
Risale all'epoca Maya Classica, ma illustra tuttavia, per i differenti stili architettonici, due periodi distinti della storia maya. La piramide monumentale "El Castillo" di influenza tolteca e maya, ha un ricco simbolismo cosmologico: le quattro facciate hanno un totale 365 gradini (i giorni dell'anno solare) , 52 pannelli (gli anni del secolo maya) e 18 terrazze (i mesi del calendari religioso).
Si visitano anche il magnifico campo del gioco della pelota, il tempio delle Mille Colonne, il mercato e il cenote dove avvenivano i sacrifici umani.. Questo pozzo sacro, rappresenta per i Maya il luogo di culto più importante di tutto il territorio. Il nome d'origine maya era "Uuc-yab-nal".
A Chichen Itza di sera si può assistere allo spettacolo "Suoni e Luci" (dalle ore 20.00 alle ore 21.00). Il prezzo dell'entrata è incluso nel biglietto della visita della giornata, conservate semplicemente il braccialetto che vi consegneranno all'entrata per non pagare di nuovo.

6° giorno
CHICHEN ITZA - COBA - TULUM - RIVIERA MAYA - 210 km - 3 ore
Se non avete visitato Chichen Itza, fatelo all'apertura alle ore 08.00, prima che arrivi il caldo, ma soprattutto prima che arrivino tutti i pullman da Cancun verso le 11. Prevedere circa 3 ore per la visita. Quindi partenza per la costa.
Prevedere circa 2 ore per la visita del sito archeologico di Coba. Dopo la visita, mangiate a Coba (hotel Villas Arqueologica Club Med - molto bello)
Coba
Si trova a 40 km da Tulum, verso l'interno. Un'attrazione popolare per chi vuol visitare un importante sito maya ancora circondato da una fitta giungla. Il sito si estende per oltre 50 km quadrati e in buona parte è ancora sepolto. Gli scavi hanno liberato una piramide alta 45 m la più alta dello Yucatan, un castello a 9 piani ed un campo per il gioco della pelota. E' percorso da diverse sache, ampie strade pavimentate di calcare.
Si salga in cima all'enorme e ripida piramide detta "Tempio delle Chiese". Dalla cima si ha una bellissima vista sulla piramide di Nohoc Mul e sui laghi scintillanti intorno. 
Per raggiungere Nohoc Mul, la Grande Piramide, si deve camminare per un paio di km nella giungla, calda e umida, ma la fatica è ricompensata dalla vista della splendida struttura alta 42 m, la più alta costruzione maya della penisola dello Yucatan. Si salgano i 120 gradini fino alla cima per godere della splendida vista della giungla circostante.
Tulum
Questo leggendario porto maya è uno dei siti archeologici più deliziosi del Messico. Quando vi giunsero gli spagnoli nel Sedicesimo secolo, era ancora abitato ed in attività. Il sito mostra influenze maya e tolteche. Si consiglia la visita nel pomeriggio, quando si dirada l'afflusso dei pullman turistici. In realtà non sono tanto le rovine, modeste e in cattivo stato di conservazione, ad attrarre i visitatori, ma la posizione spettacolare. I resti grigi degli edifici si stagliano sulle acque turchesi del Mar dei Caraibi lungo una splendida spiaggia di sabbia bianca.
La fortezza risale in tutta probabilità al 1200. Vi si trova una curiosa immagine del dio della pioggia Chac a cavallo. Quando Juan de Grijalva con la sua spedizione passò da Tulum nel 1518, descrisse meravigliato gli edifici dipinti di rosso, blu e bianco, ed il fuoco cerimoniale che bruciava in cima alla torre di guardia.
Arrivo sulla Riviera Maya, nell'hotel prenotato.

7° giorno
RIVIERA MAYA (AI)
Trattamento all'inclusive in hotel. Giornata a disposizione.

8° giorno
RIVIERA MAYA - CANCUN
Colazione in hotel. Rilascio della camera in mattinata, rientro a Cancun e fine dei servizi.

 

HOTEL PREVISTI: 
Turistica:
1 - Cancun - Verano Beat
2 - Merida - Residencial
3 - Uxmal - Villas Archeologicas
4- Chichen Itza - Chichen
5 - Playa Car - The Reef Playacar**
Prima Categoria:
1 - Cancun - Flamingo*
2 -Merida - Presidente Intercontinental Villa Mercedes
3 - Uxmal - Hacienda Uxmal
4 - Chichen Itza - Mayaland
5 - Playa Car - Barcelo Maya Beach**
* Flamingo include la colazione americana.
**Reef Club e Barcelo Maya Beach prevedono il trattamento all inclusive.