Resto del Mondo

Search Our Site

    • it-IT
    • English (UK)
 

Print

 

 

Messico - Quintana Roo, Cancun e Yucatan
 

Tappe del tour:
Cancun-Chetumal-Chicanna-Palenque-Campeche-Merida-Chichen Itza-Cancun

 

9 giorni / 8 notti - SELF RIDE - con road book in italiano - da / a Cancun

Questo percorso fa scoprire i siti più rinomati della regione Nord e il Sud della penisola dello Yucatan, le foresti tropicali del Chiapas ed i suoi gruppi etnici. Un panorama completo per comprendere al meglio la civiltà Maya: si scopriranno monumenti d'architettura coloniale, bellissimi paesaggi e spiagge idilliache.
 

Da Sapere:
· I siti archeologici sono aperti tutti i giorni: dalle ore 08.00 alle 17.00 in inverno e fino alle 18.00 in estate, eccetto per la zona del Rio Bec che chiude alle 17.00
· Gli spettacoli Suoni e Luci sono dalle ore 20.00 alle ore 21.00 e sono in lingua spagnola. I traduttori sono all'entrata
· I musei generalmente sono chiusi di lunedì
· Le entrate ai siti archeologici sono gratuite di domenica
· Gli orari di partenza indicati in questa guida vi consentono di approfittare al massimo della vostra giornata.
· In Messico si pranza dalle ore 14.00 alle 15.00 circa.
· Prudenza nel fotografare all'interno dei villaggi indigeni del Chiapas, vi sconsigliamo vivamente di scattare foto a San Juan Chamula e a Zinancantan. Rispettate le credenze e le usanze !!!

 

 

1° giorno
CANCUN
Benvenuti a Cancun, nome magico che evoca spiagge e mare turchese. Arrivo e sistemazione in hotel.

2° giorno
CANCUN - CHETUMAL - 380 km
Da Cancun a Tulum (130 km - 1 ora e 45)

Tulum
Situata di fronte al mar dei Carabi, Tulum è senza dubbio uno dei più bei centri maya dell'itinerario. Conobbe il suo massimo splendore nel periodo "post-classico" (dal 900 al 1500 d.C) e divenne il porto principale della costa. Grazie alla sua posizione geografica, Tulum controllava il commercio costiero e l'istradamento di prodotti importantissimi come il sale , il miele ed una grande varietà di prodotti del mare (conchiglie, pesci etc). Lo stile architettonico è Tolteco-Maya. I Toltechi che arrivano dall'altipiano, influenzano notevolmente questa regione.
Da Tulum a Felipe Carillo Puerto (106 km - 1 ora)
Si passa il villaggio di Tulum, e un centinaio di chilometri più avanti si attraversa Felipe Carillo Puerto, conosciuta anche come Chan Santa Cruz.
Chan Santa Cruz e "La Croce Parlante"
E' uno dei luoghi di culto per la popolazione locale. Al tempo della "guerra delle caste" tra Maya e Bianchi nel 1847, che scosse la penisola dello Yucatan, gli indigeni furono respinti dalle truppe messicane e si raggrupparono intorno ad un Cenote nella giungla. Qui avvenne un miracolo: una croce parlò agli indigeni. Affascinati dall'oracolo che prometteva la vittoria, gli indigeni resistettero con vigore respingendo i loro nemici per parecchi anni. Alla fine del secolo, affievoliti dalle epidemie e privi di armi divennero un facile preda per le truppe federali. Nel 1901 quest'ultimi occupano Chan Santa Cruz.. Dopo mezzo secolo di indipendenza le terre divennero territorio federale sotto il controllo militare.
Nel 1915 il governatore del territorio fu trasferito a Chetumal, che è attualmente la capitale dello stato di Quintana-Roo. 
Da Felipe a Chetumal (140 km - 2 ore)
Si prosegue per Chetumal e 33 km prima della capitale dello Stato una deviazione sulla sinistra porta al Cenote Azul (consigliamo di pranzare al ristorante del Cenote Azul famoso per le sue specialità di pesce e frutti di mare). Nel cenote si può fare il bagno.
Il Forte Di San Felipe
Costruito nel XVIII° secolo dal governatore Antonio Fegueroa per sorvegliare gli inglesi e il traffico del prezioso legno rosso "Chacte". Questo forte è oggi il museo regionale, e fa rivivere l'epoca dei pirati del mar dei Carabi ed i momenti della "guerra delle caste".

3° giorno
CHETUMAL - CHICANNA - 145 km
Da Chetumal a Kohunlich (65 km - 1 ora)

Kohunlich ("Luogo delle palme da olio o Corozo")
Città di secondo ordine nella gerarchia urbana del Sud della penisola in epoca maya, sorpassata in importanza da Calakmul e Dzibanche, centri dove si concentrava il potere politico e amministrativo. Ma Kohunlich conservò una certa autonomia che si rivela in uno stile architettonico particolare. Fu senza dubbio uno dei centri principali per la produzione dell'olio di palma necessario per il consumo della comunità. Sei magnifici volti antropomorfi lungo le scale del "tempio delle maschere solari", la rappresentazione di "Kinich Ahau", il re-astro dalla forma completamente zoomorfa del serpente celeste e il giaguaro dell'inframondo, sono le principali attrazioni del sito archeologico.
Da Kohunlich a Becan poi a Chicana (80 km - 1 ora)
Becan ("Cammino del serpente")
Questo sito fu abitato dal 550 avanti Cristo all'anno 1000 della nostra era. Nel suo massimo splendore era protetto da un fossato di 2 km di lunghezza attraversato da 7 ponti. Becan divenne la capitale della regione Rio Bec e Rio Bec è il nome dello stile architettonico di questo sito e delle città vicine. Si caratterizza per gli edifici di forma allungata e piuttosto bassi con un porta a forma di bocca di serpente. Le facciate sono decorate da piccole maschere , da motivi geometrici e da colonne. Agli angoli degli edifici si innalzano alte e massicce torri
Chicana ("Casa del serpente")
Piccolo sito che tuttavia va visitato. La facciata della struttura 2 è una magnifica rappresentazione del culto del serpente (animale sacro, simbolo di vita e fertilità) molto ben conservato malgrado il tempo. La porta di questo tempio sembra una maschera gigante dove la gola di un grande serpente si apre pronta a prendere le offerte. Chicana appartiene allo stesso periodo di Becan.

4° giorno
CHICANNA - CALAKMUL - PALENQUE - 480 km
Per approfittare al massimo di questa giornata, consigliamo di partire la mattina di buon'ora. Per la colazione si chieda la sera prima all'hotel di preparari un box lunch. La visita di Calakmul e' veramente molto interessante, ma si deve camminare per circa 4 km nella foresta (più di un'ora). Sono necessari repellenti per zanzare e calzoni lunghi. Fare attenzione alla strada per Calakmul, guidando con prudenza nella biosfera (60 km - 2 ore circa).
Da Chicana a Calakmul (110 km - 2 ore e mezza)
Calakmul ("Cane delle montagne")
Situata all'interno di una delle più importanti riserve naturali protette del paese (723.185 ettari) questa antica città Maya è oggi considerata come la più grande del Mesoamerica. Vi sono state identificate 6750 strutture e 115 steli, ed il più grande numero di maschere funerarie in giada. La città comincia a svilupparsi nel periodo preclassico (900-300 d.C) e conosce il suo massimo splendore alla fine del periodo classico (800-1000 d.C). Nemica principale di Tikal per circa due secoli, rafforzerà la sua posizione per diventare la capitale del "Cuchcabal dalla testa di serpente". La tomba reale di Yuknom Yich'ak'k'ak (artigli del giaguaro), principale governante della città, morto nel 700 d.C. e ritrovato di recente nella struttura n. 2; rimane attualmente la più grande e la più antica base piramidale delle basse terre centrali. 
Da Calakmul a Palenque (370 km - 4 ore)
Palenque ("luogo delle case fortificate")
Sepolta nel cuore della giungla del Chiapas, Palenque è considerata uno dei più importanti centri cerimoniali Maya. Conosce il suo massimo splendore durante l'epoca classica (600 - 800 d.C.). Palenque rappresentava un alto luogo di cultura e si estendeva su una superficie di 65 kmq. Gli scavi effettuati lungo un perimetro di 1,3 kmq hanno portato alla luce le vestigia di quello che in molti considerano l'apogeo dell'architettura e della civilizzazione Maya dell'ovest. Si visita Il Tempio delle Iscrizioni che racchiude una delle rare cripte scoperte in una piramide in Messico nel 1952. Nella tomba di Pakal, capo Maya del VI° secolo, sono stati trovati gioielli, maschere, ornamenti in giada e altri oggetti importanti. Consigliamo la visita di mattina per vedere il sito liberarsi della foschia, molto suggestivo.

5° giorno
PALENQUE - CAMPECHE - 370 km
Da Palenque a Sabancuy (240km - 3 ore e 15)

A Sabancuy si può fare il bagno e pranzare.
Da Sabancuy a Campeche (130 km - 1 ora e mezza)
Costeggiare il mare fino a Champoton, piccolo villaggio di pescatori specializzati nella pesca al polpo. Si prende poi l'autostrada per Campeche. Fondata nel 1540 da Francisco Montejo, Campeche è la più antica città spagnola della penisola dello Yucatan. Capitale dell'omonimo stato, ne centro conserva dei bellissimi edifici coloniali dai toni pastello ed è contornata da fortini che la proteggevano dall'attacco dei pirati. Fu un punto strategicamente importante per gli spagnoli per la sua posizione geografica e per l'esportazione del prezioso "Legno di Campeche". Campeche è attualmente oggetto di una grande campagna di restauro. La sera un piccolo treno consente di fare il giro della mura illuminate. La popolazione locale vive della pesca dei gamberoni e dell'estrazione del petrolio.

6° giorno
CAMPECHE - UXMAL - MERIDA - 295 km
Camminate la mattina presto nelle vie del centro storico, l'ambiente è molto gradevole
Da Campeche a Uxmal (160 km - 2 ore e 15)
Uxmal ("Tre volte costruita")
Uxmal è un sito notevole per la delicatezza delle sue architetture e la fine lavorazione della pietra (da non dimenticare che questa civiltà non conosceva l'uso dei metalli). Il suo massimo splendore è datato verso l'anno 600 della nostra era. 
Da vedere: il Tempio dell'indovino, il Quadrilatero delle Monache riccamente decorato, il campo del gioco della pelota, la Casa delle Tartarughe e il Palazzo del Governo, la Grande Piramide con vista superba dalla cima
Da Uxmal a Merida (80 km - 1 ora e mezza)
Merida
Fondata nel 1542 sull'area della città maya di Tiho, da Francisco Montejo, detto il "Mozo", è spesso detta anche la città bianca. Dopo un'epoca gloriosa all'inizio del secolo con la produzione della fibra dell'agave, il sisal, Merida conosce dei momenti difficili durante la rivoluzione del 1910. Oggi è tornata ad essere il centro principale della regione. E' una città universitaria, agricola, industriale, che con la nascita di Cancun 30 anni fa, ha ritrovato un novo slancio.
Da vedere: nelllo zocalo i murales al primo piano del palazzo del governatore nella sala dei matrimoni (bellissimo stile "Porfiriano" di ispirazione francese inizio Novecento), il mercato, il Paseo Montejo e il Museo Archeologico (chiuso il lunedì)

7° giorno
MERIDA - CHICHEN ITZA - 120 km
Da Merida a Chichen Itza (120 km - 1h45)

Chichen Itza ("L'entrata del pozzo e degli stregoni")
Risale all'epoca Maya Classica, ma illustra tuttavia, per i differenti stili architettonici, due periodi distinti della storia maya. La piramide monumentale "El Castillo" di influenza tolteca e maya, ha un ricco simbolismo cosmologico: le quattro facciate hanno un totale 365 gradini (i giorni dell'anno solare) , 52 pannelli (gli anni del secolo maya) e 18 terrazze (i mesi del calendari religioso).
Si visitano anche il magnifico campo del gioco della pelota, il tempio delle Mille Colonne, il mercato e il cenote dove avvenivano i sacrifici umani.. Questo pozzo sacro, rappresenta per i Maya il luogo di culto più importante di tutto il territorio. Il nome d'origine maya era "Uuc-yab-nal".
La penisola dello Yucatan è una delle ultime parti del continente emersa dall'oceano. E' una grande piattaforma calcarea e l'acqua s'infiltra nelle fessure per formare delle correnti sotterranee, grotte e pozzi (cenote), tipici fenomeni carsici. Durante l'epoca pre-ispanica questi pozzi erano determinanti per l'insediamento delle popolazioni (a Chichen Itza il cenote fu utilizzato a fini rituali). A 1 km dall'hotel in direzione di Valladolid, di fronte all'hotel Maria Dolores, raccomandiamo di fare il bagno nel magnifico Cenote di IK-KIL. E'possibile pranzare sul posto.
A Chichen Itza di sera si può assistere allo spettacolo "Suoni e Luci" (dalle ore 20.00 alle ore 21.00). Il prezzo dell'entrata è incluso nel biglietto della visita della giornata, conservate semplicemente il braccialetto che vi consegneranno all'entrata per non pagare di nuovo. Il cenote di IK-KIL è molto simile a quello di Chichen Itza è stato sistemato al fine di poter scendere fino all'acqua per bagnarsi. La profondità è di 46 metri ed è sicuramente il più profondo dello Yucatan.


8° giorno
CHICHEN ITZA - VALLADOLID - CANCUN - 200 km
Si può decidere di rimanere a Chichen più a lungo e fare una passeggiata a cavallo nella zona della vecchia Chichen chiusa al pubblico. Per questo informarsi all'hotel Mayaland che noleggia cavalli (prenotate il giorno prima)
Da Chichen Itza a Valladolid (40 km - 0h45)
Cinque chilometri prima di arrivare a Valladolid fermatevi al Cenote di X-Keken ("luogo del cinghiale") per un piacevole bagno. Questo cenote è una grotta dall'acqua turchese, illuminata da un raggio di luce che filtra dalla volta. magnifiche formazioni di stalattiti e stalagmiti la abbelliscono. L'acqua mantiene un temperatura pressoché costante tra i 23 e 24 gradi. Ritornati sulla strada principale si arriva allo Zocalo di Valladolid, la seconda per importanza nello Yucatan. Fondata nel 1543 da Francisco Montejo "el Mozo" (per distinguersi da suo padre "el Adelantado") prende il nome dall'omonima città in Spagna. A Valladolid si trovano due costruzioni dell'epoca coloniale: la chiesa di San Gervaso (del XVIII° secolo) e il convento di San Bernardino (del XVI secolo). Raccomandiamo di fare due passi a piedi allo zocalo, alla chiesa e salire al primo piano del municipio per vedere i murales. Si vedranno anche donne intente a ricamare le tradizionali casacche maya dette "Huipil"
Da Valladolid a Cancun (140 km - 2h00)
Grande stazione balneare nata nel 1967, quando il governo messicano scelse questa stretta fascia di sabbia tra il mare e la laguna per sviluppare il turismo. Cancun e la riviera Maya hanno tutto per sedurre. E' difficile immaginare un luogo più ricco d'attrazioni naturali, storiche e turistiche. Per gli amanti del sole 20 km di spiagge bagnate dall'acqua turchese del Mar dei Carabi e per gli amanti della storia una vasta regione ricca di storia maya. Due grandi vie attraversano Cancun: la strada Tulum - principale asse nord/sud lunga un chilometro intorno alla quale gravita il centro città e il viale Kukulkan, che percorre tutta la laguna dove è situata la zona alberghiera.
Arrivo e sistemazione in hotel.

9° giorno
CANCUN
Rilascio della camera e fine dei servizi.
 

 

HOTEL PREVISTI:
Turistica:
1 - Cancun - Verano Beat
2 - Chetumal -Holiday Inn
3 - Chicannà - Eco Village
4 - Palenque - Ciudad Real
5 - Campeche - Plaza Campeche
6- Merida - Residencial
7 - Chichen Itza - Chichen
8 - Cancun - Verano Beat
Prima Categoria:
1 - Cancun - Flamingo*
2 - Chetumal - Holiday Inn
3 - Chicannà - Eco Village
4 - Palenque - Villa Mercedes
5- Campeche - Ocean View
6- Merida - Presidente Intercontinental Villa Mercedes
7 - Chichen Itza - Villas Archeologicas
8 - Cancun - Flamingo*
*l'hotel Flamingo include la colazione americana.